09 luglio 2008

ARENA DEL BOCA Festival Letterario

Cultura - ingresso gratuito

Una serata particolare dove la presentazione dei libri si svilupperà attraverso uno scambio di aneddoti, commenti, osservazioni e domande tra gli autori stessi e i partecipanti che vorranno intervenire.
Questi i titoli dei libri e i loro autori: "Rosa di Strada" N.7 di Massimo Semerano; "Fondazione Babele" della coppia Semerano e Nizzoli; "Il viaggiatore distante" di Otto Gabos; "Smilodonte" di Alberto Corradi.

Gli autori sono presenti sul mercato italiano e internazionale da almeno vent'anni. In questo momento le loro opere sono in corso di pubblicazione anche per i francesi Casterman e Umanoidi Associati.
che partecipano all’Arena del Boca

Massimo Semerano, disegnatore e sceneggiatore, inizia a pubblicare nel 1986 su "Tempi supplementari" e poi su "Frigidaire". Nel 1988 crea per "Dolce Vita", rivista di musica, arte e fumetti, Doctor Cifra, una striscia incentrata sulla figura di un grottesco scienziato pazzo.In seguito, collabora a varie riviste come "Rassegna Stampa Handicap", "Accaparlante", "Comic Art" e "Mondo Mongo".Nel 1992-93 collabora con "Cyborg", rivista di fumetti cyberpunk, per cui scrive Miracoli, Dream Master, la serie Fondazione Babele ed Europa.Nel 1993-96 collabora con il quotidiano "Il Manifesto" e le riviste "Mano", "Rumore", "Dinamite", "Mondo Naif" e le statunitensi "Rubber Blanket" e "Zero zero".Nel 1997, una sua storia disegnata da Francesca Ghermandi è pubblicata nell’antologia della Kitchen Sink Press Flock of Dreamers.Ha co-scritto con Otto Gabos una storia di Conan il barbaro per la Marvel Italia, pubblicata in Italia, Francia e Spagna.Nel 1999, assieme a Otto Gabos e Omar Martini, cura e realizza un capitolo del libro Frontiera - Romanzo incompiuto in otto capitoli, pubblicato dalla Black Velvet Editrice all’inizio del 2000.Nello stesso anno debutta, sempre per la Black Velvet, il primo episodio di Rosa di Strada, miniserie in quattro episodi, mentre nel 2003 è stata pubblicata l’antologia Dottor Cifra Horror Show, volume che raccoglie il meglio delle storie breve realizzate da questo autore.Al momento è impegnato nella sceneggiatura per il mercato francese della serie "Les enfants du crépuscule", disegnata da Marco Nizzoli.

Marco Nizzoli
, nato nel 1968 a Reggio Emilia, si diploma all’Istituto Europeo di Design di Milano nel 1990.Dopo aver disegnato il personaggio di “Angel Dark” su testi di Max Bunker, crea assieme a Massimo Semerano la serie “Fondazione Babele” per la rivista “Cyborg”. Per la Phoenix realizza il libro erotico Simbaby e la miniserie Raymond Capp, su testi di Federico Amico. Nel biennio 1995-1996 realizza cinque episodi della serie “ESP, su testi di Michelangelo La Neve, a cui fanno seguito Il Vizioso Mondo di Keto, Il Distinto Fleev et La Bella Estate per la casa editrice Trentini. Realizza tre albi di Napoleone per la Sergio Bonelli Editore e delle illustrazioni per dei giochi di ruoli. È del 2003 il debutto della prima serie pubblicata dagli Umanoidi Associati, Le Jour des Magiciens, su testi di Michelangelo La Neve, mentre è del 2006 la sua seconda serie francese, I figli del tramonto, su testi di Massimo Semerano. È in corso di lavorazione un'altra serie francese con i testi di Alejandro Jodorowsky.

Otto Gabos. L’attività di Otto Gabos (alias Mario Rivelli) si muove tra fumetto, illustrazione e insegnamento, nutrendosi di tutti gli stimoli (soprattutto musicali) che lo circondano. Nella sua ormai quasi ventennale attività ha lavorato per numerose riviste, illustrato libri e ha fatto parte di alcuni tra i più importanti movimenti del fumetto.Dopo aver esordito su "Tempi Supplementari" e aver collaborato con "Frigidaire" e "Dolce Vita", è tra i fondatori della rivista "Fuego", dove inizia a pubblicare una delle sue serie più importanti, Apartments.Per Granata Press c’è la collaborazione con Pino Cacucci per il romanzo a fumetti Tobacco, mentre sono diverse le serie e le storie che scrive per "Cyborg", sia nella versione Star Comics che Telemaco.Per la Phoenix conclude Apartments e scrive il romanzo a fumetti Coldgraze e la miniserie San Pietro. Amplia la sua collaborazione scrivendo a quattro mani con Massimo Semerano una storia di Conan il barbaro nel 1996 e inizia una lunga collaborazione con "Mondo Naif", da cui scaturiranno, tra le varie cose, i libri I camminatori e Loving the alien, nonché la serie "Ladri di lunarie", su disegni di Menotti.All’inizio del 1999 dà vita assieme a Omar Martini al progetto Frontiera, di cui sarà co-editor, sceneggiatore e disegnatore.Recentemente ha illustrato per la Bruno Mondadori il romanzo Un sac de billes, dall’omonimo romanzo di Joseph Joffo. È in uscita in Francia per la Casterman la sua opera "Esperanto".

Albert Corradi. Poliedrico autore che spazia agevolmente dalla redazione di saggi alla scrittura di racconti illustrati per l’infanzia, al fumetto tout court.
Le sue storie a fumetti sono apparse in Italia, Canada, Francia, Macedonia, Portogallo, Serbia e Slovenia su riviste, antologie e progetti collettivi. Attualmente fa parte del progetto IUK (Italian Underground Komix), gruppo di dieci autori pubblicati dal magazine “XL”, per cui ha creato i personaggi di Mostro & Morto. Ha partecipato a mostre personali e collettive in Italia, Corea, Francia, Macedonia, Portogallo e Slovenia. Il suo ultimo libro è il volume senza parole Regno di Silenzio (Nicola Pesce Editore). Dal 2002 vive e lavora a Bologna.

La Black Velvet nasce nel 1997 grazie a Omar Martini e Luca Bernardi, prefiggendosi inizialmente due scopi:
1. cercare di aprire uno spazio (allora inesistente) a un certo tipo di fumetto americano che, basandosi sull’autobiografia e sul quotidiano, allarga le capacità espressive e di comunicazione del medium. Utilizzando il canone del “romanzo a fumetti”, il mezzo di comunicazione diventa “semplicemente” un nuovo mezzo di espressione attraverso cui rappresentare le proprie storie.
2. Dare nuovi esempi di quello che può essere un approccio diverso, più concreto e professionale alla critica del fumetto.
Seguendo queste due linee, abbiamo quindi focalizzato la nostra attenzione su alcuni degli autori più interessanti del panorama della small press americana, che non realizzano libri di semplice intrattenimento. Sono autori come Chester Brown, Jason Lutes, Jessica Abel, pubblicati da importanti case editrici come la Fantagraphics Books, la Drawn & Quarterly, ma anche la Image, nella sua divisione alternativa che ha ricevuto consensi e premi in molteplici occasioni.La ricerca di questi autori continua imperterrita e ha allargato il suo raggio di azione. Infatti, abbandonando il continente nord-americano, abbiamo toccato l’Australia (con Eddie Campbell), la Nuova Zelanda (con Dylan Horrocks) e stiamo per ritornare in Europa con Gary Spencer Millidge e Jason. Ormai l’intero mondo è diventato il terreno di esplorazione per cercare nuovi libri da proporre al pubblico italiano.La Black Velvet però vuole anche discutere di fumetto e, al momento l’ha fatto con Autronia (che ha presentato un’intervista tratta dal Comics Journal, la rivista di critica più importante degli Stati Uniti) e un libro divulgativo sull’opera di Alan Moore. Ci sono molti materiali interessanti che abbiamo trovato nel nostro percorso di letture e, con calma, abbiamo intenzione di mostrarli ai nostri lettori, in modo che anche un articolo e un’intervista acquistino finalmente quella dimensione e quel valore di approfondimento e discussione che meritano.Infine, in questi ultimi anni abbiamo abbiamo allargato il nostro raggio d’azione, iniziando anche a proporre in maniera parsimoniosa autori italiani con opere particolarmente interessanti, nuove e controcorrenti. A questo poi, si è aggiunta la ristampa, in collaborazione con la casa editrice Bande Dessinée, della ristampa del “Commissario Spada” di Gianluigi Gonano e Gianni De Luca.Sono queste le strade del fumetto italiano che ci siamo dati come obiettivo: il futuro e il recupero di opere ingiustamente dimenticate oppure non facilmente reperibili