29 June 2006

Wargames di Alessandro Pozzetti

DJ set - ingresso gratuito

Wargames di Alessandro PozzettiLa messa in scena degli eventi immediatamente precedenti l'11 settembre 2001 e di quelli caotici che seguirono la tragedia. Alessandro Pozzetti regge sapientamente un monologo, che non rinuncia al confronto diretto con il pubblico, della durata di due ore circa. E' diretto e colloquiale, ironico e disarmante nelle tesi che sottopone al vaglio della platea. Wargames raccoglie le informazioni ufficiali dei vertici militari e delle istituzioni americane, in apparenza inappuntabili proprio perchè logicamente studiate e in seguito diffuse all'opinione nazionale e mondiale. Wargames indaga sulla veridicità di simili dichiarazioni, proprio come fece Oliver Stone nel celeberrimo JFK con i documenti e le prove sull'omicidio del presidente Kennedy. Ancora una volta i vertici statunitensi insegnano questo: le parole non corrispondono quasi mai ai fatti. La razionalità sfugge alle più ferree leggi kantiane e si getta in un volo ad angelo nelle braccia della fantasia. E da lontano, da un continente distante come è l'Europa, forse il disegno complessivo di quell'11 settembre appare più chiaro di quello che hanno tratteggiato a Washington. Il governo americano, nel caso delle immani trageie (catastrofi naturali e conflitti bellici), ha sempre dato prova di grande originalità e capacità inventiva. Alessandro Pozzetti non offre risposte, ma si mantiene sul filo sottile dell'imparzialità. Porta fatti e prove, immagini e modalità operative, che ogni persona del pubblico può vagliare e combinare. Non s'indigna per l'ennesima sequela di mezze verità, che sono state propinate prima a una nazione e poi al mondo intero. Occorre molta ironia per sconfiggere l'ipocrisia di chi tratta il resto del mondo come bambini. "Nessuno potrà mai conoscere la verità sulla storia degli uomini" Cèline dixit! di Alessandro Tacconiore 22